Sara Pallante

Curriculum vitae
Nel 2021 ha conseguito la laurea magistrale in Lingue e Letterature Moderne presso l’Università degli Studi di Salerno con votazione 110/110 e lode, presentando una tesi in Letteratura Inglese dal titolo “Talking of Michelangelo”: la poesia di T. S. Eliot e le arti visive. Nel 2020 ha partecipato alla traduzione della raccolta poetica Canzoni del venerdì sera di John Eliot, pubblicata lo stesso anno e presentata al Festival Salerno Letteratura. Nel 2018 si è laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi di Salerno con votazione 110/110 e lode.

Progetto di ricerca

Tutor
Flora de Giovanni
       Co-Tutor
Nome e cognome

Titolo: L’incontro tra letteratura e arte visiva in Woolf, Eliot, Byatt e Ashbery: Estetica interdisciplinare tra Modernismo e Postmodernismo

La ricerca continua ed amplia un tema già affrontato nella tesi magistrale. Lo scopo del progetto è, infatti, di identificare ed analizzare i cambiamenti che avvengono nel rapporto tra letteratura ed arti visive in due periodi culturali diversi, Modernismo e Postmodernismo, attraverso l’analisi di alcuni esempi di area britannica e americana. Il progetto, quindi, si concentra sull’analisi delle premesse teoriche sottostanti a questi cambiamenti e, più specificamente, su alcune manifestazioni dell’interazione tra i campi della letteratura e delle arti visive, con particolare enfasi sulla pittura, durante Modernismo e Postmodernismo.
Il cuore della ricerca è l’analisi dei romanzi e dei racconti di Virginia Woolf e A. S. Byatt e la poesia di T. S. Eliot e John Ashbery in cui è possibile identificare tale interdisciplinarità. Attraverso l’analisi degli aspetti teorici, l’analisi interdisciplinare delle opere degli autori menzionati e l’analisi comparativa, la ricerca ha lo scopo di meglio comprendere l’importanza del rapporto tra arti visive e letterature e i possibili cambiamenti che potrebbero riguardare tale rapporto nel passaggio tra Modernismo e Postmodernismo.