Valeria Russo

Valeria Russo è dottore di ricerca in Filologia romanza (da marzo 2020), attualmente è post-doc nel progetto ERC Advanced grant AGRELITA presso l’Università di Lille.
Il suo percorso di formazione inizia nel 2011 presso l’Università di Roma “La Sapienza”, dove consegue la Laurea Triennale in Lettere Moderne sotto la supervisione di Stefano Asperti (voto 110 e lode).
In Francia ottiene la Laurea Magistrale in Medievistica (Master d’Études Médiévales) presso quattro istituzioni: Sorbonne Université, Sorbonne Nouvelle, École Normale Supérieure ed École nationale des Chartes. Si laurea nel 2016 con una tesi in filologia romanza sul Lancelot en prose e su Thibaut de Champagne sotto la supervisione di Dominique Boutet e ottenendo la mention très bien (equivalente al 110 e lode).
Nello stesso anno, ottiene una borsa di dottorato presso l’Università di Padova (Corso di dottorato in Scienze Linguistiche, Filologiche e Letterarie, 32° ciclo) dove intraprende una cotutela con Sorbonne Université. La tesi, Archéologie du discours amoureux, ottiene nel 2021 il Premio della Société de Langues et Littératures Médiévales d’Oc et d’Oïl (SLLMOO).
Ha insegnato Lingua e Letteratura francese medievale dal 2019 ad oggi in diverse università francesi (Université de Versailles Saint-Quentin, Université de Lorraine e Université de Lille) per corsi di lauree triennali e magistrali in Lettere Classiche e Moderne.
Selezione delle pubblicazioni
– Monografie in corso di pubblicazione
Archéologie du discours amoureux. Prototypes et régimes de l’amour littéraire dans les traditions galloromanes médiévales, Genève, Droz.
Histoire critique de l’amour courtois, Paris, Classiques Garnier.
La lauda anonima “O Battista glorioso”. Studio della tradizione e saggio di edizione critica, a cura di Matthias Bürgel, Valeria Russo, Fabio Zinelli, Heidelberg, Winter.
– Articoli
«Le discours amoureux dans le contexte manuscrit (à partir du Vrai chiment d’amours)», Medioevi, 5 (2019), pp. 59-94.
«L’espressione dell’anima e la parola del corpo. Su alcuni significati del topos di matrice naturalistica nella lirica cortese», in Le rappresentazioni della Natura nel Medioevo, G. Catapano et O. Grassi (eds.), Firenze, Galluzzo [Micrologus Library], 2019, pp. 83-96.
«Actualités de l’amour courtois. Réflexions croisées sur quelques parutions récentes», Romania, 136:2 (2018), p. 402-427.