Vincenzo Caputo

Vincenzo CAPUTO è RTDb presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Scuola Superiore di Alta Formazione (Università Federico II) in consorzio con l’Istituto Italiano di Scienze Umane SUM (Il testo tra filologia e storia, XIX ciclo, 2003-2006) con una tesi dal titolo Il mestiere di armi. La scrittura vive nella seconda metà del Cinquecento discussa il 13 febbraio 2007. Dopo aver tenuto corsi presso la Westfälische Wilhelms-Universität Münster (WS, 2007 e 2008) sulla letteratura italiana del Cinquecento e del Novecento, nel 2012-2013 ha ottenuto un assegno di ricerca dall’Università degli Studi di Napoli Federico II (lo studio si è concentrato sul seguente tema: Narrare i Campi flegrei: la letteratura sull’«amenissimo distretto» dal Settecento all’Unità d’Italia). La sua attività di ricerca si è incentrata principalmente della letteratura del Cinquecento con una specifica attenzione rivolta al genere biografico e a quello dialogico e, più in generale, al rapporto tra letteratura e arte. Ha svolto inoltre ricerche sulla letteratura dell’Ottocento e del Novecento non solo nei suoi legami con la produzione artistica contemporanea ma anche attraverso indagini specifiche sulla drammaturgia. Su questi argomenti ha tenuto relazioni e organizzato convegni nazionali e internazionali, coordinando inoltre vari gruppi di ricerca (nel 2016 sul tema della felicità in Letteratura italiana dal Quattrocento al Novecento; nel 2017 e 2018 sulla forma della poesia e del dialogo nella tradizione letteraria italiana). A partire dal 2019 condirige la «Rivista di letteratura teatrale» (ANVUR CLASSIFICA: A) e la rivista «Studi rinascimentali»; sempre dal 2019 fa parte del Comitato scientifico della collana ‘Biblioteca di Letteratura Teatro italiano’ (Roma, Edizioni Storia e Letteratura) e della collana ‘Critica letteraria e linguistica’ (Milano, FrancoAngeli). È anche membro del Consiglio Scientifico del Master in Drammaturgia e Cinematografia (Università Federico II) e coordina la Summer School ‘Tra cinema, teatro e letteratura’, organizzata in sinergia tra il Master e il Centro Linguistico di Università – CLA. L’11 novembre 2020 ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale ASN a professore di I fascia e il 29 aprile del 2018 a professore di II fascia (SC 10/F1).